Transpelmo Skyrace


Continua il nostro reporting dal mondo del trail running, questa volta parliamo della Transpelmo Skyrace.

Una corsa che si disputa alle pendici del possente e maestoso monte Pelmo, con partenza e arrivo in località Palafavera, una piccola frazione situata nel mezzo tra il Pelmo e l’altrettanto possente Civetta, qualche km prima di arrivare al passo Staulanza.

transpelmo-skyrace-san-rocco

Si tratta di una corsa non competitiva che si sviluppa su un percorso che circumnaviga letteralmente il monte Pelmo. Le altimetrie di questa corsa la dicono lunga riguardo alla necessità di un’adeguata preparazione atletica che ci permetta di affrontare in tutta sicurezza e serenità tale prova. Si ha infatti un dislivello positivo (D+) di 1290m e un equivalente dislivello negativo di 1290m distribuiti su un percorso che complessivamente misura 17,5km. A differenza di altri trail, ci sentiamo di dire che si tratta di un percorso piuttosto tecnico che potrebbe risultare “difficile” ai neofiti del mondo del trail a causa delle discese su ghiaioni e passaggi in punti attrezzati.

discesa-transpelmoferrata-transpelmo-skyracediscesa-transpelmo-skyrace

La prima parte del percorso è data fondamentalmente da una salita orientata all’attraversamento del bosco e delle distese dei pini mughi per poi condurre in quota – su un sentiero piuttosto ampio – fino al Rifugio Venezia (1947m s.l.d.m.), luogo dove troviamo il primo ristoro della corsa.

Dal Rif. Venezia in avanti inizia la “vera” salita, quella parte di percorso situata sul versante nord, davvero impegnativa che conduce prima su un ripido ghiaione e, successivamente, ci fa guadagnare quota fino a raggiungere il punto più alto della corsa (2476m s.l.d.m.) ovvero la forcella della Val D’Arcia, dove troviamo il secondo ristoro. Da tale posizione è possibile ammirare l’intera valle. Di fronte a noi vedremo quindi il passo Stulanza e poco più a destra, Selva di Cadore, Pescul ecc..

Giunti fin lì, ora si deve scendere!.. troveremo dei lunghi tratti di discesa disposti su ghiaioni. Superati quesi ultimi ci si immette sul sentiero che conduce al passo Staulanza (punto del terzo ristoro) e successivamente si affronta l’ultima salita che porta al cosiddetto “Pian dei Buoi” (1804m s.l.d.m.). Da questo punto in avanti il percorso procede in modo discendente fino a giungere al traguardo.

podio-transpelmo-2015

Un’altra corsa fantastica nel cuore delle Dolomiti, inserita in un contesto paesaggistico unico e sempre viva grazie all’ottima organizzazione e alla presenza sempre più numerosa di atleti che decidono di mettersi alla prova con se stessi. Per chi ama il mondo del trail questa è una di quelle corse che non puoi far a meno di correre!

A rappresentare la nostra squadra in tale occasione sono stati gli atleti: Eddj (8^ assoluto), Boris, Fabia e Fulvio.

Complimenti a tutti e alle prossime avventure!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 + 16 =